TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO X   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia








































GLI EFFETTI DEL PROVVEDIMENTO DI CONFISCA EDILIZIA: PROFILI GENERALI

L’acquisizione alla mano pubblica dei beni interessati dall’abuso edilizio non è l’effetto del provvedimento di confisca. È pressoché pacifico, infatti, che tale risultato si produce automaticamente con l’inutile decorso di 90 giorni dalla notifica dell’ordinanza di demolizion: se in quel momento l’abuso non è stato demolito e non sussistono ragioni ostative all’acquisizione, i beni entrano nel patrimonio dell’autorità comunale (ovvero, nei casi di beni monovincolati, dell’autorità preposta al vincolo), con ogni conseguenza di legge: ad esempio l’ex-proprietario non potrà più presentare istanze edilizie con riguardo a quel fabbricato, e questo per la semplicissima ragione che si tratta ormai di un bene altrui.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.


DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 





































Powered by Next.it