TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia










































SOLO IN CASO DI SEMPLICE RISTRUTTURAZIONE O RICOSTRUZIONE LA DISTANZA FRA EDIFICI PUÒ RESTARE INFERIORE A QUELLA PRESCRITTA DA NORME ENTRATE IN VIGORE DOPO LA LORO REALIZZAZIONE

La conservazione del diritto a mantenere una distanza fra edifici inferiore a quella prescritta dalla legge (o da fonti secondarie) entrata in vigore successivamente alla loro realizzazione, sussiste nel caso di semplice ristrutturazione, che si ha ove gli interventi abbiano interessato un edificio del quale rimangano inalterate le componenti essenziali, quali i muri perimetrali, le strutture orizzontali, la copertura, o di ricostruzione che è ravvisabile allorché dell'edificio preesistente siano venute meno, per evento naturale o per volontaria demolizione, dette componenti, e l'intervento si traduca nell'esatto ripristino delle stesse operato senza alcuna variazione rispetto alle originarie dimensioni dell'edificio.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 
 







































Powered by Next.it