TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
CatastOnline - Aggiornamento e informazione tecnica in materia di catasto
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
COS'È URBIUM E CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   Direttore scientifico: dott. Raffaello Gisondi  
  • HOME
  • Notiziario
  • Imposte & tasse
  • L'ESENZIONE ICI PER I FABBRICATI RURALI SEGUE IL CRITERIO DELLA DETERMINAZIONE CATASTALE: IRRILEVANTE LO SVOLGIMENTO O MENO DI ATTIVITÀ AGRICOLA
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia






























L'ESENZIONE ICI PER I FABBRICATI RURALI SEGUE IL CRITERIO DELLA DETERMINAZIONE CATASTALE: IRRILEVANTE LO SVOLGIMENTO O MENO DI ATTIVITÀ AGRICOLA

In tema di ICI, ai fini del trattamento esonerativo rileva l'oggettiva classificazione catastale dell'immobile, per cui l'immobile iscritto come "rurale", con attribuzione della relativa categoria (A/6 o D/10), non è soggetto all'imposta, mentre, qualora l'immobile sia iscritto in una diversa categoria catastale, è onere del contribuente, che pretenda l'esenzione, impugnare l'atto di classamento. Ai fini della ruralità, peraltro, non ha alcuna rilevanza lo svolgimento o meno, nel fabbricato, di attività diretta alla manipolazione o alla trasformazione di prodotti agricoli (conferiti dai soci come da chiunque altro): l'esenzione dall'ICI per i fabbricati di tipo rurale segue, infatti, il criterio della determinazione catastale.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 





























Powered by Next.it