TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO X   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia








































VINCOLO A PARCHEGGIO DAL 1993: ENNESIMA REITERAZIONE POSSIBILE SOLO CON MOTIVAZIONE CONGRUA E SPECIFICA

Si esige per la reiterazione del vincolo scaduto una motivazione congrua, che valuti l’interesse dell’amministrazione alla continuazione del vincolo unitamente a quello del privato al pieno godimento del proprio bene, alla luce anche del tempo trascorso dalla prima imposizione e quindi della durata complessiva del vincolo. Nel caso di un vincolo a parcheggio imposto da molti lustri, l’obbligo di motivazione della reiterazione, visto il lungo tempo intercorso, non può essere assolto mediante un generico richiamo all’esigenza per il Comune di dotarsi di parcheggi ma deve essere specificamente riferito al fondo interessato alla reiterazione del vincolo.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 
 







































Powered by Next.it