TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia










































LE POSSIBILITÀ LEGALI DI EDIFICAZIONE VANNO ESCLUSE QUANDO PER LO STRUMENTO URBANISTICO VIGENTE LA ZONA RISULTI VINCOLATA AD UN UTILIZZO MERAMENTE PUBBLICISTICO

Le possibilità legali di edificazione vanno escluse quando, per lo strumento urbanistico vigente all'epoca in cui deve compiersi la ricognizione legale, la zona risulti vincolata ad un utilizzo meramente pubblicistico, quale quello a verde pubblico, attrezzature pubbliche, viabilità ecc. o quello qui in rilievo, destinato alla mobilità, in quanto dette destinazioni apportano un vincolo che preclude ai privati tutte le forme di trasformazione del suolo che sono riconducibili alla nozione tecnica di edificazione, da intendere come estrinsecazione dello ius aedificandi connesso al diritto di proprietà, ovvero con l'edilizia privata esprimibile dal proprietario dell'area.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 
 







































Powered by Next.it