TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO XI   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
Rimuovi evidenza regionale su Piemonte Evidenza: Piemonte  
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia








































GLI EXTRA-STANDARD SONO VINCOLI ESPROPRIATIVI CHE RICHIEDONO ADEGUATA MOTIVAZIONE

Sebbene in linea generale le scelte discrezionali dell'amministrazione riguardo alla destinazione di singole aree non necessitano di apposita motivazione oltre quella che si può evincere dai criteri generali - di ordine tecnico discrezionale - seguiti nell'impostazione del piano stesso, vi sono evenienze che giustificano una più incisiva e singolare motivazione delle suddette previsioni fra le quali rientra il superamento degli standards minimi di cui al d.m. 2 aprile 1968 nell’ambito delle zone funzionali. Si tratta di un principio che trova il suo fondamento nell’art. 42 della Costituzione il quale subordina l’esercizio del potere espropriativo alla sussistenza di motivi di pubblica utilità. E’ evidente, infatti, che l’individuazione una quantità di aree a destinazione pubblica (e quindi soggette a vincolo espropriativo) assai maggiore di quella necessaria per integrare le normali dotazioni di servizi da parte dello strumento urbanistico debba rispondere a necessità infrastrutturali che vanno puntualmente evidenziate a pena di lasciare priva di motivazione la prima e fondamentale fase del procedimento espropriativo che rimonta alla apposizione del vincolo preordinato all’esproprio.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 



































Powered by Next.it