TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
CatastOnline - Aggiornamento e informazione tecnica in materia di catasto
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
COS'È URBIUM E CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   Direttore scientifico: dott. Raffaello Gisondi  
  • HOME
  • Notiziario
  • Trasferimento del diritto
  • IL NOTAIO INCARICATO DI SUCCESSIONE EREDITARIA PER UN BENE PRIVO DI RENDITA CATASTALE DEVE PRESENTARE ISTANZA PER L'ATTRIBUZIONE DELLA RENDITA ENTRO 60 GG.
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia






























IL NOTAIO INCARICATO DI SUCCESSIONE EREDITARIA PER UN BENE PRIVO DI RENDITA CATASTALE DEVE PRESENTARE ISTANZA PER L'ATTRIBUZIONE DELLA RENDITA ENTRO 60 GG.

Il notaio che sia incaricato della redazione della successione ereditaria con riferimento ad un bene da considerarsi privo di rendita catastale certa alla data di apertura della successione, in forza di intervenute modifiche nella sua situazione giuridica e di fatto, viola l'obbligo di diligenza qualora abbia omesso di presentare - entro sessanta giorni dalla data di presentazione della dichiarazione di successione - istanza per l'attribuzione della rendita catastale, di cui all'art. 12 del d.l. n. 70 del 1988 (conv., con modif., dalla l. n. 154 del 1988), contenente la dichiarazione dell'erede di volersi avvalere della valutazione automatica dell'immobile caduto in successione, ai sensi della norma sopra richiamata.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 





























Powered by Next.it