TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
  • HOME
  • Notiziario
  • Responsabilità
  • LA DISCIPLINA GENERALE IN TEMA DI ILLECITO AQUILIANO SI APPLICA NELLA COSTRUZIONE DEL MURO TRA FONDI A DISLIVELLO SIA NEGLI ABITATI CHE NEI FONDI RUSTICI
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia








































LA DISCIPLINA GENERALE IN TEMA DI ILLECITO AQUILIANO SI APPLICA NELLA COSTRUZIONE DEL MURO TRA FONDI A DISLIVELLO SIA NEGLI ABITATI CHE NEI FONDI RUSTICI

L'art. 887 c.c. regolamenta la costruzione del muro tra fondi a dislivello posto negli abitati, ma richiama, altresì, il principio del neminem laedere e, quindi, la disciplina generale in tema di illecito aquiliano, che trova applicazione sia in caso di fondi posti negli abitati, ove il dislivello sia stato realizzato dal proprietario di uno di essi, sia in caso di fondi rustici, in relazione ai quali, per il principio del neminem laedere, l'obbligo, per il proprietario del fondo superiore, di costruzione e manutenzione del muro di contenimento ricorre nel caso di concreto pericolo di franamenti o smottamenti verso il fondo inferiore.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 
 







































Powered by Next.it