NOTIZIARIO QUOTIDIANO IN FORMATO DIGITALE ISSN 2035-6544 (ANNO XI)  
TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia






























SE LA CONVENZIONE RIPARTISCE GLI ONERI DEL PIANO ATTUATIVO SULLA BASE DELLA CUBATURA REALIZZABILE ALLORA I BONUS VOLUMETRICI SONO ESENTI

Se le parti, nella convenzione, hanno deciso di determinare il concorso al pagamento dei costi per l’urbanizzazione in base alla potenzialità dei singoli lotti, prescindendo dunque dalla realizzazione di una costruzione sul lotto di pertinenza o dal completo e integrale sfruttamento delle potenzialità edificatorie dello stesso, nulla può essere preteso dall'Amministrazione comunale a titolo di oneri di urbanizzazione primaria in relazione all'ampliamento di volume riconducibile a bonus premiali (nella specie il bonus "Casaclima") atteso che l’intera incidenza delle spese di urbanizzazione primaria è già stata posta a carico dei singoli lotti della zona d’espansione.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 



































Powered by Next.it