TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO XI   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia










































IL DIVIETO DI SANATORIA PAESAGGISTICA SI APPLICA ANCHE AGLI ABUSI ANTECEDENTI ALLA SUA ENTRATA IN VIGORE

In caso di istanza di sanatoria paesaggistica presentata quando il divieto di regolarizzazione postuma (sul versante della tutela paesaggistica) di nuovi volumi o superfici utili realizzati era già entrato in vigore, correttamente l’Amministrazione, in forza del principio del tempus regit actum, ne fa applicazione nel momento in cui era chiamata a delibare sull’istanza. A fronte della applicabilità del divieto di sanatoria paesaggistica, un problema di tutela dell’affidamento dei privati proprietari, possessori o detentori di immobili - che, al tempo della realizzazione e del completamento dell'intervento avrebbero potuto confidare in una sostanziale sanatoria dell'abuso, mediante pagamento di una sola pena pecuniaria, previo accertamento della compatibilità paesaggistica di quanto abusivamente realizzato - può porsi soltanto per coloro che non per loro colpa abbiano visto esaminare in ritardo la loro posizione amministrativa: non dunque per chi abbia aspettato senza alcuna giustificazione un lungo tempo (nella specie quasi dieci anni) prima di chiedere la verifica di compatibilità paesaggistica, spinta a ciò solo dai controlli amministrativi.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 





































Powered by Next.it