TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
CatastOnline - Aggiornamento e informazione tecnica in materia di catasto
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
COS'È URBIUM E CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   Direttore scientifico: dott. Raffaello Gisondi  
  • HOME
  • Notiziario
  • Catasto
  • RIENTRANO NELLA CATEGORIA D/8 GLI IMMOBILI CHE NON POSSONO PERDERE LA DESTINAZIONE AD ATTIVITÀ INDUSTRIALE E COMMERCIALE SENZA RADICALI TRASFORMAZIONI
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia






























RIENTRANO NELLA CATEGORIA D/8 GLI IMMOBILI CHE NON POSSONO PERDERE LA DESTINAZIONE AD ATTIVITÀ INDUSTRIALE E COMMERCIALE SENZA RADICALI TRASFORMAZIONI

Rientrano nella categoria D/8 - soggetta a classamento mediante "stima diretta" - gli immobili (quali centri commerciali, mercati, fiere, spazi espositivi) costruiti per le speciali esigenze di un'attività industriale e commerciale e non suscettibili di una destinazione estranea a dette esigenze, appunto, senza radicali trasformazioni (R.D.L. n. 652 del 1939, art. 10 e succ.mod.); nè assume a tal fine rilievo decisivo la circostanza della titolarità privata del bene.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 





























Powered by Next.it