TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO XI   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
Rimuovi evidenza regionale su Umbria Evidenza: Umbria  
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia








































NON È CONFIGURABILE UN DANNO INGIUSTO A CARICO DEL COMUNE A CAUSA DELLA PERMANENZA NEL TEMPO DELL’OPERA ABUSIVA

Non è configurabile un danno ingiusto a carico del Comune a causa della permanenza nel tempo dell’opera abusiva, poiché tale permanenza costituisce una circostanza di mero fatto, dovuta ai tempi per l’esercizio del potere sanzionatorio, e atteso che, secondo la valutazione operata dal legislatore nel Titolo IV della Parte I del d.P.R. n. 380 del 2001, il pregiudizio all’interesse pubblico derivante dall’opera abusiva deve intendersi ripristinato con l’irrogazione e l’esecuzione delle sanzioni previste dal d.P.R. suddetto.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 



































Powered by Next.it