TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO IX   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
 
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia










































LA REALIZZAZIONE DELL'OPERA ABUSIVA, AI FINI DEL CONDONO EX L. 724/1994, PUÒ RITENERSI AVVENUTA SE L'IMMOBILE È GIÀ ESEGUITO NELLE STRUTTURE ESSENZIALI

La realizzazione dell'opera abusiva, ai fini dell'ammissibilità a condono edilizio ai sensi della legge n. 724 del 1994, può ritenersi avvenuta se l'immobile è già eseguito entro i termini di legge, sia pure al rustico, in tutte le sue strutture essenziali, comprese le tamponature le quali sono necessarie per stabilire la relativa volumetria e la sagoma esterna e, per quanto riguarda le opere non destinate ad uso residenziale, la loro ultimazione è da ricollegarsi al completamento funzionale, inteso nel senso di sussistenza delle opere indispensabili a rendere effettivamente possibile l'uso per il quale sono state realizzate o l'uso diverso da quello a suo tempo assentito o incompatibile con l'originaria destinazione d'uso, nel caso di mutamento di quest'ultimo.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 
 







































Powered by Next.it