TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO X   
ISSN 2035-6544
 
CHI SIAMO REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI   direttore giuridico: dott. Raffaello Gisondi, direttore tecnico: ing. Antonio Iovine  
CERCA Ricerca
 
 
italia
Rimuovi evidenza regionale su Toscana Evidenza: Toscana  
Piemonte Valle D'Aosta Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Sardegna Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Puglia Campania Basilicata Calabria Sicilia








































È POSSIBILE ANNULLARE LA CONCESSIONE EDILIZIA DOPO VENT'ANNI MA OCCORRE UNA RIGOROSISSIMA MOTIVAZIONE

Una pur notevole entità dello sforamento del “termine ragionevole” già previsto dall’originaria versione dell'art. 21-nonies l. 241/1990 (nella specie, oltre vent'anni), con conseguente irragionevolezza delle modalità temporali di intervento, se non implica, di per sé, l’illegittimità del provvedimento di autotutela, impone all’Amministrazione procedente di munire tale provvedimento di una motivazione particolarmente rafforzata circa la persistente concretezza e attualità dell’interesse pubblico alla rimozione dell’atto di primo grado.


 Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.




Vai a : 

DOSSIER
 
 
 
 
 
 
 



































Powered by Next.it